Mino Maccari e l’americanismo

Quaderno 22 (V)
§ (7)

Dal Trastullo di Strapaese di Mino Maccari (Firenze, Vallecchi, 1928):

Per un ciondolo luccicante | Il tuo paese non regalare: | Il forestiero è trafficante | Dargli retta non è affare | Se tu fossi esperto e scaltro | Ogni mistura terresti discosta: | Chi ci guadagna è sempre quell’altro | Che la tua roba un mondo costa | Val più un rutto del tuo pievano | Che l’America e la sua boria: | Dietro l’ultimo italiano | C’è cento secoli di storia | 〈…〉 Tabarino e ciarlestone | Ti hanno fatto dare in ciampanelle | O Italiano datti al trescone | Torna a mangiare il centopelle | Italiano torna alle zolle | Non ti fidar delle mode di Francia | Bada a mangiar pane e cipolle | E terrai a dovere la pancia.

Il Maccari, però, è andato a fare il redattore capo della «Stampa» di Torino e a mangiar pane e cipolle nel centro più stracittadino e industriale d’Italia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Americanismo e fordismo, Quaderno 22 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...